ReteCinema

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Spettatori bambini

CINEDIDATTICA > Prodotti > Altri testi

Silvia Faggi Grigioni, Spettaori bambini - didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo nella scuola, Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche, Ancona, 2009

Rispetto alle esperienze di qualità che avvengono nelle scuole italiane, per una sorta di dannata insipienza si corre spesso il rischio della dispersione e della dimenticanza: le tracce ci sono, ma si perdono in mille rivoli, mai del tutto noti, mai del tutto raggiungibili, si sbriciolano, evaporano, perdendo quella consistenza che le rendono vitali e disponibili per altre e nuove costruzioni.
Ma a volte capita, per una sorta di virtuosa tenacia, che la documentazione riesca a concentrarsi ordinatamente su carta e prendere un sorprendente spessore, in grado di assumersi meritoriamente altrettanta attribuzione di valore. Non si tratta infatti soltanto di certosina ricostruzione, ma la sistemazione dei documenti prodotti - la loro successione, il loro intrecciamento, il loro apprezzamento - genera qualità aggiunta in termini di sguardi interpretativi, di sfumature metacognitive e di capacità intercettativi di altri slanci. È il caso di questa fortunata pubblicazione, che viene alla luce nel bel mezzo di un percorso in cui dall’audacia pionieristica del Piano Nazionale per la promozione della didattica del linguaggio cinematografico
e audiovisivo nella scuola si passa alla disseminazione della analoga rete regionale allargata, che non colonizzerà di certo nuovi territori, ma saprà conoscere e far riconoscere nuovi volti e nuove immaginazioni: tutti i soggetti coinvolti - bambini, insegnanti, esperti, rappresentanti delle istituzioni, in particolare la Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche - dispongono della precisa consapevolezza di aver realizzato un dono azzeccato, un omaggio all’altezza delle aspettative.
Accanto alla fortuna racchiusa nella sapienza della documentazione, c’è l’altra fortuna rappresentata dall’oggetto dell’esplorazione, l’aspetto poco noto ma dotato di urgente attualità della mediazione didattica per la conquista matura dei linguaggi, nella fattispecie del linguaggio cinematografico. Un linguaggio che contiene la libertà e il rigore, che interpreta i soggetti e il mondo, che dialoga senza pudore con gli spettatori, che cancella tutti i non luoghi dell’esistenza, che sempre si rinnova come potente comunicazione, perché parola, suo12 no, immagine e movimento si coalizzano e da questa alleanza nasce un privilegio che trafigge la fisicità della percezione, ne oltrepassa i confini e sedimenta piacere estetico, misto di patimento e passione: e si capisce subito che l’intera elaborazione si colloca fuori e distante da una forma riduttiva e servizievole del fare cinema, adottando invece la pienezza e l’autonomia della cultura visuale, della sua insegnabilità e del suo gratificante valore formativo.
Lo scrivente - dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Pergola dove l’esperienza è vissuta e continua a vivere - manifesta la sua orgogliosa contentezza e ringrazia il mondo per questa opportunità, ben sapendo che ora i bambini coinvolti sono sicuramente più muniti o meno sguarniti sul fronte della conquista di una cittadinanza creativa, obiettivo istituzionale della scuola pubblica e preziosa risorsa civile a vantaggio dei singoli, delle comunità di vita, della società intera.
(dalla Presentazione di Angelo Verdini)

scarica il libro in formato pdf

Home Page | CHI SIAMO | CONTATTI | COMUNICAZIONI | NEWS | BLOG | ELEMENTI DEL LINGUAGGIO | FORME DEL DISCORSO | ANALISI DEL FILM | CINEDIDATTICA | LINKS | FILM SITI RIVISTE LIBRI | ARCHIVIO | E-LEARNING | Mappa del sito


Menu di sezione:

"Aggiornato il 07 ott 2013"

Torna ai contenuti | Torna al menu